Nwlapcug.com


5 cose che dovreste sapere su Social Media

5 cose che dovreste sapere su Social Media


Gli esseri umani sono, in generale, creature sociali che amano comunicare con altre persone. L'avvento dei social media ha reso possibile per chiunque abbia accesso a Internet per comunicare istantaneamente con persone in qualsiasi parte del mondo. Social Network consentono agli utenti di condividere informazioni, immagini, musica e video; per chattare online; per scaricare giochi e applicazioni; e a commercializzare i loro prodotti e servizi.

Cosa si intende per Social Media?

Qualsiasi sito Web che permette alle persone di interagire con il sito e/o con altre persone possono essere classificate sotto la voce dei social media. Social media permette anche la creazione e lo scambio di contenuti generati dagli utenti. Tipi di media sociali includono siti blog; Forum su Internet; Podcast; siti di gioco virtuale; siti di social networking, come Facebook e Bebo; siti di microblog, tra cui Twitter; e contenuto delle Comunità, come YouTube e Wikipedia.

Come i Social Media ha sviluppati

Sociale dei media è stato intorno per molto più tempo di quanto persone immaginare. Il primo sistema BBS (BBS) è apparso nel tardo 1970, consentendo agli utenti di PC di accedere ai forum di discussione tramite un modem dial-up telefonico. I primi servizi commerciali on line incluso AOL, Prodigy e CompuServe. Il World Wide Web è diventato pubblicamente disponibile il 6 agosto 1991, e dal mid-90s servizio Internet provider cominciarono a sorgere attorno al foro di Internet negli Stati Uniti servizi come GeoCities è diventato popolare, portando alla creazione del primo sito di social networking, SixDegrees, nel 1997. Nello stesso anno, AOL ha lanciato il suo servizio di messaggistica istantanea. Friendster, creato nel 2002, ha guadagnato più di 3 milioni di utenti nel suo primo mese, ma è stato superato da MySpace nel 2003. Facebook è apparso nel 2004 e Twitter nel 2006.

Pericoli dei Social Media

Sebbene media sociali ha molti benefici, portano anche pericoli inerenti. Informazioni personali possono essere facilmente raggiunto, portando a reati come il furto d'identità e d'inseguimento. È anche pericoloso inviare un messaggio che si sta andando in vacanza, poiché si tratta di un virtuale invito a venire a rubare la vostra casa. Indiscreto comunicazioni da forze armate personale possono mettere in pericolo la sicurezza nazionale, e canali di social networking sono stati utilizzati presumibilmente per coordinare il terrorismo e la diffusione di sedizione.

Di social networking ha preso la questione del "pericolo straniero" ad un livello completamente nuovo, poiché l'anonimato di questi siti Web permette un pedofilo di 40-year-old di porsi come una ragazza di 14 anni a fare amicizia con i bambini. Cyber bullismo è un altro problema, con alcuni giovani che hanno commesso suicidio di conseguenza.

Social Networking Media è coinvolgente

Un'indagine 2010 dall'Università del Maryland scoperto che molti giovani sono completamente dipendenti da social networking media. Servizi di messaggistica e Internet fungono da loro link primari al mondo esterno, e si sentono isolati senza di loro. Facebook e SMS sono ora i media principali attraverso il quale giovani comunicano con amici e familiari e organizzano attività sociali, così senza di loro, una persona potrebbe diventare un emarginato sociale.

Social Networking statistiche

A partire dal 2011, Facebook ha affermato di avere 750 milioni di utenti attivi in tutto il mondo, di cui il 50 per cento registrato ogni giorno. Tra di loro, hanno registrato circa 700 miliardi minuti ogni mese, ogni generazione di in media 90 elementi di contenuto. Un utente medio aveva 130 amici di Facebook. Circa il 30 per cento degli utenti risieduto negli Stati Uniti, e la maggioranza degli utenti accesso al sistema tramite dispositivi mobili. Secondo un sondaggio condotto da sviluppatori di software RJMetrics, Twitter ha avuto 75 milioni gli account utente alla fine del 2009, generando nuovi account di 6,2 milioni ogni mese, anche se l'80% dei titolari dei conti aveva twittato meno di 10 volte.